Propaganda religiosa: la libertà silente.pdf

Propaganda religiosa: la libertà silente

Jlia Pasquali Cerioli

Il diritto inviolabile di propagandare la propria fede o le proprie convinzioni rappresenta un ponte tra dimensione individuale e dimensione collettiva della libertà religiosa e di coscienza. Questo motore, capace di fare avanzare la società in senso plurale, è stato avversato, o addirittura combattuto, nel corso della storia. Oggi, dinnanzi al mutamento della religione tradizionale in fattore socio-politico di coesione rassicurante, la propaganda dei diversi continua a pagare la diffidenza del potere e delle sue fonti, ancorché democratici. Il suo esercizio viaggia sotto traccia, gravato da intralci sottili ma efficaci, nascosti allombra di questioni apparentemente altre (dallaccesso ai canali e agli strumenti di comunicazioni di massa alla pubblicità, al finanziamento, alluso del web e dei social media). Questo lavoro vuole contribuire allanalisi critica dei limiti che gravano sulla libera propaganda in materia religiosa sino al tempo odierno del diritto post-secolare, nel quale il ricorso crescente alla retorica sulla sicurezza rischia di mettere in ombra lesigenza di affermare un pluralismo confessionale e culturale dinamico e aperto, principio al vertice dellordinamento e antidoto contro ogni forma di radicalismo aggressivo.

Con semplici Dpcm si sono limitati i diritti fondamentali della libertà personale e di circolazione, e ora persino la libertà di espressione. Restiamo in casa, ora anche con il bavaglio. Paolo Becchi e Giuseppe Palma su Libero, 07/04/2020 7 aprile 2020 13:39 Silente ha detto I simboli religiosi. Profili di diritto ecclesiastico italiano e comparato è un libro di Vincenzo Pacillo , Jlia Pasquali Cerioli pubblicato da CUEM nella collana Scienze giuridiche: acquista su IBS a 7.60€!

6.89 MB Dimensione del file
8892113151 ISBN
Propaganda religiosa: la libertà silente.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.smilepub.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

religione repressiva, del matrimonio coatto e senza amore e della guerra. In uno dei suoi Antichi lui il cristianesimo e la preghiera non erano altro che «libertà del corpo e della mente di esercitare Non desisterò dal combattere con la mia mente / né la spada riposerà silente nelle …

avatar
Mattio Mazio

La libertà di credenza e di coscienza protegge i cittadini da ogni ingerenza dello Stato suscettibile di ostacolare le loro convinzioni religiose (BURCKHARDT, Kommentar zur Schweizerischen Bundesverfassung, 3a edizione, Berna 1931, pag. 442). È la libertà di credere, di non credere e di modificare in ogni tempo, in qualunque modo, le proprie Abolire l’ordine dei giornalisti non è impossibile. È anzi il passo necessario che l’Esecutivo post-Gentiloni è chiamato a fare. Almeno su questo aspetto sono concordi tutti i partiti politici, e compatti sono i giornalisti stanchi di non poter esercitare la propria professione liberamente.

avatar
Noels Schulzzi

In tal senso in effetti si dispiega lo sviluppo della normativa comunitaria in materia di integrazione ed allargamento, attraverso atti fondamentali quali la Carta europea dei diritti dell’uomo, i Protocolli sulla sussidiarietà previsti fin dal Trattato per la Costituzione UE e trasfusi nel Trattato di Lisbona, l’ampliamento delle politiche regionali e del ruolo di soggetti istituzionali

avatar
Jason Statham

Ovvero dell’essere religiosi in quel del Sol Levante. la libertà di culto per ciascun individuo, ma non prevede alcun riferimento normativo circa una “religione di Stato” ufficiale. con abile e opprimente propaganda, le autorità governative del Giappone Showa (1926-1989) avevano utilizzato per fomentare il nazionalismo interno e

avatar
Jessica Kolhmann

Propaganda religiosa: la libertà silente. € 19.99. Propaganda. € 2.99. Free Thought and Official Propaganda. € 2.99. Die Werktätigen in DEFA-Spielfilmen: Propaganda in den Filme € 29.99. Democrazia Potere Narcisismo. € 4.99. Donne e propaganda internazionale. Percorsi femminili tra It