Tra Apollo e Dioniso. Lo scambio delle maschere.pdf

Tra Apollo e Dioniso. Lo scambio delle maschere

Marcel Detienne

Apollo e Dioniso hanno molto risentito della generazione dei filosofi, nellAntichità come nella Modernità. Il contemporaneo di Adriano, Plutarco, già amava far conoscere limportanza di una polarità tra Dioniso e Apollo nel divenire del mondo. Nietzsche ha proseguito con La nascita della tragedia, abbandonandosi con voluttà ad un dionisiaco che sublima lapollineo.

Nove glosse (e un appendice) sul significato intimo di "ipocrisia", sulla maschera come forma di disciplina sacra, sull'impersonificazione del "daimon" o dell'anti-self di Yeats; e ancora sul Rito, sulla "Caduta", e sull'Amore. di Daniele Capuano immagine: maschera tragica proveniente dell'antica Grecia Ipocrisia deriva dal verbo greco hypokrinein, "entrare nel dialogo sulla scena Lo spazio del pensiero si configura secondo Warburg come un intervallo di tra Dioniso e Apollo, Queste due maschere di origine assai eterogenea che coprivano quell’umana chiarezza di contorni del mondo degli dèi greci erano da una parte i simboli mostruosi sopravvissuti dell’astrologia ellenistica e dall’altra il mondo

5.55 MB Dimensione del file
8860910102 ISBN
Tra Apollo e Dioniso. Lo scambio delle maschere.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.smilepub.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

È scomparso Giovanni Reale. Per ricordarlo pubblichiamo una sua intervista con Giancarlo Bosetti uscita su Repubblica nel febbraio del 2005. Diceva Werner Jaeger, il grande grecista tedesco, che nessuna parola umana e nessuna analisi critica possono rendere giustizia alla suprema perfezione artistica del Simposio. Ma questo non ha mai spaventato Giovanni Reale che su quelle … Le maschere del Carrasecare barbaricino sarebbero quindi tracce di cerimonie rituali con cui veniva rappresentata la passione e la morte di Dioniso, dio della natura, che muore viene fatto a pezzi per poi risorgere, attraverso la "danza zoppicante che rappresenta lo squilibrio deambulatorio tipico delle feste dionisiache" di vittime animali sostitutive che rappresentavano il dio e che vengono

avatar
Mattio Mazio

Apollo, la poetica ispirata dalle Muse, l'erotica ispirata da Afrodite ed Eros, quella rituale ... Rappresentava l'energia vitale della natura (dỳnamis) e chi lo venerava ne ... d.C. in cui, tra l'altro, emerge il sacro legame fra Dioniso e ... il corteo dei Satiri e delle Menadi, indossando anche maschere rituali, ... Non c'è più scambio. Apollineo e dionisiaco è un'antitesi dei due principi o concetti fondamentali della filosofia di ... Lo spirito apollineo è quel tentativo (proprio soprattutto dell'Antica Grecia) di cogliere la realtà tramite costruzioni ... nella tradizione occidentale, nella mitologia greca, uccidono facendo a pezzi Dioniso poi ricomposto da Apollo.

avatar
Noels Schulzzi

Libri di Marcel Detienne: tutti i titoli e le novità in vendita online a prezzi scontati su IBS.

avatar
Jason Statham

tragedia non è in fondo che il frutto di due dei, Apollo e Dioniso, ai quali sono nel mondo greco da attribuire la ... nell'identità puramente aleatoria della sua maschera. Canto, danza ... A partire da questa rimozione, lo scambio tra principio e ... ... della storia delle religioni. Altri studiosi hanno, prima e dopo Jeanmaire, trattato Dioniso. ... Tra Apollo e Dioniso. Lo scambio delle maschere. Marcel Detienne.

avatar
Jessica Kolhmann

Alcune sale della Domus Aurea, tra cui quella della Volta Dorata, il Ninfeo e forse la Sala Ottagona, avevano una più o meno intensa colorazione dionisiaca. Tutto questo non deve sorprenderci: il doppio culto di Apollo e di Dioniso era usuale per un uomo antico, il quale sapeva che Apollo e Dioniso abitavano a vicenda il santuario di Delfi. È scomparso Giovanni Reale. Per ricordarlo pubblichiamo una sua intervista con Giancarlo Bosetti uscita su Repubblica nel febbraio del 2005. Diceva Werner Jaeger, il grande grecista tedesco, che nessuna parola umana e nessuna analisi critica possono rendere giustizia alla suprema perfezione artistica del Simposio. Ma questo non ha mai spaventato Giovanni Reale che su quelle …