La buona educazione degli oppressi. Piccola storia del decoro.pdf

La buona educazione degli oppressi. Piccola storia del decoro

Wolf Bukowski

È in corso da anni una guerra, combattuta tra le strade delle città, contro poveri, migranti, movimenti di protesta e marginalità sociali. Le sue armi sono decoro e sicurezza, categorie diventate centrali nella politica ma fatte della sostanza di cui son fatti i miti: Furio Jesi chiamava idee senza parole gli artifici retorici di questo tipo, con cui la cultura di destra vagheggia fantomatici «bei tempi andati» di una società armoniosa. Lo scopo è cancellare ogni riferimento di classe per delimitare un dentro e un fuori, in cui il conflitto non è tra sfruttati e sfruttatori ma tra noi e loro, gli esclusi, che nel neoliberismo competitivo da vittime diventano colpevoli: povero è chi non si è meritato la ricchezza. Il mendicante che chiede lelemosina, il lavavetri ai semafori, il venditore ambulante, il rovistatore di cassonetti, dipinti come minacce al quieto vivere. I dati smentiscono ogni affermazione ma non importa, la percezione conta più dei fatti: facendo appello a emozioni forti, come la paura, o semplificazioni estreme, come il «non ci sono i soldi» per le politiche sociali, lo scopo delle campagne securitarie diventa suscitare misure repressive per instillare paure e senso di minaccia. A essere perseguita non è la sicurezza sociale, di welfare e diritti, ma quella che dietro la sacra retorica del decoro assicura solo la difesa del privilegio. Sotto la maschera del bello vi è il ghigno della messa a reddito: garantire profitti e rendite tramite gentrificazione, turistificazione, cementificazione, foodificazione. Wolf Bukowski ripercorre come ladesione della sinistra a questi dogmi abbia spalancato le porte allegemonia della destra. Una perlustrazione dell«abisso in cui, nel nome del decoro e di una versione pervertita della sicurezza, ci sono fioriere che contano come, e forse più, delle vite umane».

In questa puntata incontriamo Wolf Bukowski, guest blogger di Giap e firma di Internazionale e Jacobin Italia, per parlare del suo ultimo libro, La buona educazione degli oppressi. Piccola storia del decoro per edizioni Alegre.. Nel suo saggio, Wolf sonda quelle che dagli anni ‘90 sono le ossessioni di amministratori locali e governanti del nostro paese: la sicurezza e il decoro, armi per

3.65 MB Dimensione del file
8832067013 ISBN
La buona educazione degli oppressi. Piccola storia del decoro.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.smilepub.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

25 apr 2020 ... 19.30 – 21.00 presentazione “La buona educazione degli oppressi. Piccola storia del decoro” di Wolf Bukowski (Alegre, 2019) 21.00 – 21.30 ...

avatar
Mattio Mazio

ore 20.30 Presentazione del libro “La buona educazione degli oppressi. Piccola storia del decoro” (Edizioni Alegre) di e con Wolf Bukowski. Quante volte nei titoli di giornale, sui social network, nei discorsi di politici e gente comune sentiamo ripetere le parole “CONTRO il degrado IN DIFESA del decoro”? Piccola storia del decoro (edizioni Alegre) Sono usciti da pochissimo due saggi uniti da un filo che li unisce: Contro l'ideologia del merito di Mauro Boarelli e La buona educazione degli oppressi, di Wolf Bukowski, hanno infatti il comune intento di leggere la realtà che ci circonda - quella italiana, e quella bolognese in particolare- e i cambiamenti sociali a cui stiamo assistendo.

avatar
Noels Schulzzi

ore 20.30 Presentazione del libro “La buona educazione degli oppressi. Piccola storia del decoro” (Edizioni Alegre) di e con Wolf Bukowski. Quante volte nei titoli di giornale, sui social network, nei discorsi di politici e gente comune sentiamo ripetere le parole “CONTRO il degrado IN DIFESA del decoro”?

avatar
Jason Statham

Tutte le apparenti spiegazioni si alimentano (e quindi si annullano) a vicenda, e il residuo che lasciano è solo la sagoma del noi che si arroga il diritto di scacciare loro, gli altri". È quello che scrive Wolf Bukowski in "La buona educazione degli oppressi. Piccola storia del decoro", di cui pubblichiamo, per gentile concessione dell

avatar
Jessica Kolhmann

La buona educazione degli oppressi. Piccola storia del decoro (Italiano) Copertina flessibile – 2 maggio 2019 di Wolf Bukowski (Autore) 4,5 su 5 stelle 5 voti. Visualizza tutti i 2 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni. Prezzo Amazon Nuovo