Dialogo su anarchia e libertà nellera digitale.pdf

Dialogo su anarchia e libertà nellera digitale

Manuel Castells, Tomás Ibañez

Dopo essere stati espulsi nello stesso giorno dalla Francia per la loro partecipazione al Maggio 1968, Castells e Ibànez riprendono il dialogo interrotto per capire come mai lanarchismo, già protagonista di quel Maggio, sia nuovamente in sintonia con il rapido mutamento che segnala lavvento della società dellinformazione. Un mutamento che gli attori politici tradizionali non riescono a interpretare proprio perché non si propongono di cambiare il mondo, ma al più di gestirlo. E non è questa la domanda sociale contemporanea, che oggi mutua dalla Rete le modalità di azione e comunicazione. Superata latomizzazione individualista propria del liberalismo, una fitta trama di reti interindividuali sta oggi plasmando dal basso lambito del politico, mettendo radicalmente in discussione il tradizionale ruolo di leader e partiti. Un sovvertimento dellordine politico, ci dicono i due autori, che rimanda direttamente allanarchismo. Postfazione di Andrea Staid.

Lo spiega in un dialogo con Tomás Ibaňez, a cui dobbiamo un ottimo "elogio del relativismo" pubblicato da elèuthera nel 2012 ("Il libero pensiero"). Elèuthera ora ripropone anche questo botta e risposta informale, pubblicato in Spagna nel 2006. Titolo: Dialogo su anarchia e libertà nell'era digitale…

2.78 MB Dimensione del file
889690448X ISBN
Dialogo su anarchia e libertà nellera digitale.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.smilepub.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

A-Rivista Anarchica. L'anarchismo è per sua natura plurale, in divenire, «portatore di una concezione relativistica critica», come ben chiarisce Andrea Staid nella Postfazione al dialogo tra Castells e Ibáñez 10.Anche per questo è capace di trasformarsi e di adeguarsi al divenire delle realtà sociali senza perdere la propria identità. Lo spiega in un dialogo con Tomás Ibaňez, a cui dobbiamo un ottimo "elogio del relativismo" pubblicato da elèuthera nel 2012 ("Il libero pensiero"). Elèuthera ora ripropone anche questo botta e risposta informale, pubblicato in Spagna nel 2006. Titolo: Dialogo su anarchia e libertà nell'era digitale…

avatar
Mattio Mazio

Dialogo su anarchia e libertà nell'era digitale. di Manuel Castells, Tomás Ibañez, e al. | ...

avatar
Noels Schulzzi

Dialogo su anarchia e libertà nell'era digitale. Dare il nome alle cose. Eredità ideale della lotta di liberazione. Da passato e avvenire della Resistenza (passi scelti) (L') Amica è Rilevamenti 1. Ediz. a colori. Codici cifrati. Arne Beurling e la crittografia nella II guerra mondiale. pensiero. Elogio del relativismo, 2007; con Manuel Castells, Dialogo su anarchia e libertà nell’era digitale, 2014). Il rinnovamento dell’anarchismo implica il rifiuto categorico di qualsiasi determi-nismo, la consapevolezza che se la storia andasse inesorabilmente verso un oriz-

avatar
Jason Statham

Acquista online Dialogo su anarchia e libertà nell'era digitale di Tomás Ibáñez, Manuel Castells in formato: Ebook su Mondadori Store

avatar
Jessica Kolhmann

Dialogo su anarchia e libertà nell’era digitale Postfazione di Andrea Staid elèuthera. Titolo originale: El Neoanarquismo, la libertad, y la sociedad contemporánea Dialogo su anarchia e libertà 9 Postfazione di Andrea Staid 53 Bibliografia essenziale sul neoanarchismo 65. 7 L’anarchia al tempo del Cyborg in A rivista anarchica n. 391, estate 2014 Pagine 46-48. Nel numero estivo di A rivista anarchica (un vero e proprio volume di trecento pagine) ho tentato una riflessione sull’anarchismo come orizzonte di interpretazione e di trasformazione anche della realtà digitale.