Cosenza. Continuità di vita della città antica.pdf

Cosenza. Continuità di vita della città antica

Chiara Altomare

«Le risorse a disposizione per il recupero e la tutela del patrimonio culturale delle politiche pubbliche sono sempre limitate, e quelle destinate alla cultura, troppo spesso considerate non essenziali allo sviluppo della comunità, sta di fatto che lentità del nostro patrimonio non ha consentito, non consente e non consentirà mai stanziamenti di fondi pubblici, ordinari o straordinari, adeguati solo a garantire la semplice manutenzione dellesistente. Le scelte pubbliche quindi diventano necessarie e devono basarsi sulla valutazione delle alternative. Con linizio del Secolo Breve si assiste ad una profonda trasformazione dei centri urbani, che da storici, diventano vecchi in virtù delle nuove esigenze di modernità e mobilità. Il processo di degrado e obsolescenza delledilizia prodotta negli anni, andrebbe inesorabilmente verso l autodistruzione. Le aree dellantimanutenzione potrebbero essere oggetto di demolizioni mirate di piccola entità di costo contenuto e utili alla restituzione di unimmagine urbana complessiva più consona al carattere della città storica. Ed è indubbiamente difficile ambientare soluzioni così radicali nella realtà, sintetizzata nellimmagine di grande ricchezza e complessità - Il carattere labirintico della città meridionale - dove estrema bellezza e degrado rappresentano linscindibile prodotto di una medesima cultura, come avrebbe detto il Gattopardo, e il significativo scenario dellintrico di questioni di natura economica, sociale, politica quotidianamente allattenzione dellopinione pubblica del paese...» (Dallintroduzione)

Le delimitazioni della città antica e le differenziazioni al suo interno ... cambiamenti che hanno interessato il centro storico della città di Cosenza, ... prevalentemente come spazio di vita, spazio di organizzazione dei servizi locali, ... senza soluzione di continuità con i nuovi quartieri di Rende e ramificarsi nei paesi circostanti. Elementi caratteristici della parte antica della città di estensione ragguardevole, nella comparazione con le altre città del Mezzogiorno, sono la concentrazione ...

2.53 MB Dimensione del file
8868226316 ISBN
Cosenza. Continuità di vita della città antica.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.smilepub.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Umberto Boccioni (Reggio Calabria, 19 ottobre 1882 – Verona, 17 agosto 1916) è stato un pittore e scultore italiano, esponente di spicco del futurismo.L'idea di rappresentare visivamente il movimento e la sua ricerca sui rapporti tra oggetto e spazio hanno influenzato fortemente le sorti della pittura e della scultura del XX secolo

avatar
Mattio Mazio

18 nov 2016 ... La torre ottagonale del castello normanno svevo di Cosenza by night ... nella continuità dello spazio, della quale esistono varie versioni, di cui una ... antico della città, il castello normanno svevo, osserva la vita scorrere sotto ...

avatar
Noels Schulzzi

Cosenza conta diverse attività storiche soprattutto nella parte antica della città; tra queste degna di menzione è il "Gran Caffè Renzelli" ubicato su Corso Telesio e precisamente in Piazza Parrasio, che all'interno ha mantenuto intatto il suo fascino con le foto storiche degli avvenimenti che hanno caratterizzato Cosenza alle pareti e gli arredi stile liberty.

avatar
Jason Statham

Pandosia città degli Acherontini, dunque, era probabilmente situata nella parte più alta dell'antica Acri, detta Pàdìa il cui nome evidentemente ricorda quello di Pandosia; e per Acherontini devonsi intendere le genti di Acrantinam, o Ocriculum (Liv. VIII,24,4, cod. Medic., XXX, 19), o di Acra (Steph. vita di una comunità, sembrano oggi farsi sempre più rare. 4 Dove camminare In città Traffico, inquinamento, mancanza di sicurezza offuscano fino a cancellare la fun-zione di questi luoghi. Lo spazio tende a ridursi e, dinnanzi all’inesorabile avanzata delle auto, l’uomo si fa da parte. Come spiega il sociologo Giampaolo Fabris occor-

avatar
Jessica Kolhmann

“Cosenza è una città che sa offrire tanto!” dice l’assessore al turismo e al marketing territoriale Rosaria Succurro. “E’ ricca di attrattive che soddisfano in pieno il turismo